Prodotti » Tecnologie di stampaggio

Tecnologie di stampaggio

Hoppe produce stampi per materie termoplastiche destinati alle più importante case automobilistiche europee.  Le principali  tecniche da noi utilizzate sono:

Stampi a iniezione

Stampi a soffiaggio

Stampi in acciaioGli stampi in acciaio sono ideali per la produzione in grande serie (milioni di pezzi). dettagli ... Stampi a soffiaggioIl soffiaggio è particolarmente adatto per produrre contenitori di liquidi, tubi e vaschette con forme irregolari.

Il processo di stampaggio prevede che il materiale sia spinto attraverso la pressione del gas alle pareti dello stampo, del quale, una volta raffreddato, prende forma.
Stampi in alluminioGli stampi in alluminio sono più adatti per le produzioni di medie serie. dettagli ...
Stampi prototipiGli stampi prototipi creati appositamente per le piccole serie. dettagli ...


I processi di iniezione


Il processo di iniezione può essere di tipo Standard (iniezione di un solo materiale), o prevedere processi di stampaggio più complessi, con l'inserimento di altri materiali quali: inserti metallici, gomma, tessuto, iniezione di gas, o altri materiali espansi. 

Inserto metallico    Bicomponente

Sovrainiezione di inserti
Con questa tipologia di stampi, si possono ottenere particolari plastici al cui interno è possibile incorporare assieme inserti metallici di varia natura, ottenendo così manufatti che uniscono le peculiarità di entrambi i materiali.

  Bicomponente (2K)
Questi stampi permettono la realizzazione di prodotti costituiti da due materiali plastici differenti ben distinti , aventi diversa natura e/o colorazione. Le tecnologie applicate per la fabbricazione di questi stampi sono: stampo rotativo, stampo a lame e traslativo del pezzo.  
     
Inserto di tessuto    Iniezione a gas
Con tessuto
Questa tecnica di stampaggio consente di realizzare particolari plastici aventi nella superficie estetica un rivestimento in tessuto.
  A gas
Attraverso l'iniezione del gas (normalmente azoto) vengono svuotate le zone dello stampo che presentano un eccesso di materiale plastico, distribuendo la massa fusa in modo uniforme lungo le pareti dello stesso. Tale processo di realizzazione è particolarmente adatto per dar vita a prodotti cavi con forme irregolari.
 

Mucell

Mu-cell    
Con questa tecnica è possibile ottenere stampi ad iniezione caratterizzati da una superficie rigida con una struttura interna alleggerita.   Questo è possibile grazie alla presenza di microcelle, ottenute tramite un processo di espansione fisica e non di tipo chimico, come invece avviene nella produzione di espansi.